Quali sono le principali differenze tra OCI Classic e OCI?

Oracle propone due diverse offerte per la componente Cloud.

La prima offerta data da OCI Classic (chiamata comunemente Oracle Public Cloud) è attualmente disponibile in quasi tutti i datacenter Oracle. L’infrastruttura OCI-C si basa fondamentalmente su Hypervisor Nimbula (XEN based Hypervisor) e mette a disposizione, per la componente IaaS, servizi Elastic Compute, Dedicated Compute e Sparc Model 300.

L’offerta OCI (chiamata Oracle Cloud Infrastructure) è basata su hardware di nuova generazione, la piattaforma di virtualizzazione è fornita tramite tecnologia KVM, arricchisce i servizi disponibili con le seguenti principali nuove features:

  • Offerta bare metal rivista e ampliata e con possibilità di BYOH (Bring Your Own Hyopervisor)
  • Virtual Cloud Network, una vera e propria software defined network
  • Servizi Edge, DNS, Email, Audit, Autenticazione e Monitoraggio
  • Introduzione dei Compartment che rafforzano il concetto di isolation delle risorse all’interno del Tenant

Per maggiori informazioni sulle features a disposizione su OCI e OCI-C si prega di far riferimento alla documentazione ufficiale ai seguenti links

OCI – https://docs.cloud.oracle.com/iaas/Content/Compute/Concepts/computeoverview.htm

OCI-C – https://docs.oracle.com/en/cloud/iaas/compute-iaas-cloud/index.html

Quali vantaggi fornisce l’offerta Bare Metal in OCI?

Le istanze Bare Metal, diversamente dalle VM, sono degli host fisici interamente dedicati al tenant che ne ha fatto richiesta.

Bare metal servers, senza hypervisor, consentono di ottenere un livello di performance elevato e consistente. Con processori di tipo Intel XEON e AMD EPYC e con NVMe SSDs di ultima generazione che forniscono milioni di IOPS e bassissima latenza, Bare Metal si propone come il servizio ideale per applicazioni I/O intensive, big data workloads, e Oracle Database di classe Enterprise.

Bare Metal dà la possibilità di avere le stesse performance (se non migliori) del proprio datacenter on-premise, ma con ulteriori benefici e la flessibilità del cloud.

Un ulteriore vantaggio del servizio Bare Metal riguarda la modalità di fruizione del servizio stesso. La modalità è equivalente a quella che si avrebbe con l’utilizzo di comuni Virtual Machine in termini di:

  • Virtual Cloud Network
  • Estensione del proprio On-premise
  • BYOL (Bring Your Own Licence)
  • Launch Images from Oracle and Partners
  • Chiamate API invariate

Oltre a quanto sopra sono enfatizzati I principi di:

  • Network isolation
  • High Availability, Fault Isolation and Low Latency
  • Scelta del Sistema Operativo o del software a livello di Hypervisor

Per maggiori informazioni sul servizio Bare Metal è possibile consultare le sezioni Faq e Features di Oracle:

Alcuni articoli tecnici sono disponibili ai seguenti links:

Cosa devo fare per provare le funzionalità dell’Autonomous Database?

È necessario avere una sottoscrizione Oracle Cloud di tipo Universal Credit.

ComputerGross (in collaborazione con Oracle) mette a disposizione per proprie sottoscrizioni Oracle Public Cloud per effettuare delle POC per il servizio specifico.

Sempre in collaborazione con Oracle CGI organizza dei workshop eventi ed iniziative (test drive) a titolo gratuito su tutto quanto legato all’ambito Oracle Cloud.

Per maggiori informazioni sulle modalità di sottoscrizione ai servizi Oracle Cloud contattare l’indirizzo email oracle_cloud@computergross.it

Per informazioni relative ad iniziative e workshop schedulati consultare l’elenco delle iniziative disponibile al seguente link https://oraclepartnerhub.computergross.it/public-cloud/#1506324267009-b2295d64-d95c

Per informazioni tecniche relative ai servizi Autonomous Data Warehouse e Autonomous Transaction Processing far riferimento ai seguenti links Oracle:

https://cloud.oracle.com/atp

https://cloud.oracle.com/en_US/datawarehouse

Come posso implementare Hybrid Cloud come estensione del mio datacenter?

Non sempre è possibile trasferire tutti i sistemi presenti sull’infrastruttura on-premise verso il Cloud. Molte aziende pertanto implementano infrastrutture di tipo Hybrid in cui alcuni sistemi rimangono su on-prem mentre altri vengono trasportati su infrastruttura Cloud.

Al fine di agevolare la comunicazione e la connettività tra i sistemi in modalità Hybrid occorre:

  • configurare correttamente la componente Network a livello di oracle Cloud (Virtual Cloud Network
  • stabilire una modalità di connessione che consenta di agevolare la connettività tra i sistemi on-premises e i sistemi on-Cloud
  • considerare il livello di servizio desiderato in termini di latenza

La connettività può essere implementata (oltre che via internet) attraverso VPN IPSEC e/o utilizzato il servizio di Fast Connect.

Per maggiori dettagli in merito alle modalità di connessione tramite VPN e/o FastConnect far riferimento ai seguenti links:

https://docs.cloud.oracle.com/iaas/Content/Network/Tasks/managingIPsec.htm

https://docs.cloud.oracle.com/iaas/Content/Network/Concepts/fastconnect.htm

Per informazioni legate ai costi del servizio FastConnect far riferimento all’indirizzo email oracle_cloud@computergross.it

Come faccio ad utilizzare i servizi di ComputerGross per richiedere una POC su Oracle Public Cloud?

Per richiedere una POC è necessario collegarsi al sito https://oraclepartnerhub.computergross.it/ , da qui entrare nella sezione Public Cloud e scaricare nella sezione “Richiesta POC / POV Oracle Public Cloud (IaaS – PaaS) e Oracle Cloud Machine” l’apposito modulo da compilare e inviare all’indirizzo oracle_cloud@computergross.it .

Per maggiori informazioni, consultare il sito:

Oracle Cloud@Customer: di cosa si tratta?

Oracle Cloud at Customer è un set di offerte costruite per fare in modo che le aziende sfruttino i servizi Cloud di Oracle, inclusi IaaS, PaaS e SaaS, tutti on-premise dietro il loro firewall e sul Cloud. Risulta la soluzione ideale per quegli utenti che non possono migrare verso il public cloud per motivi diversi, come la governance dei dati, il controllo, politiche interne o problemi di latenza.

Oracle dà la possibilità di sviluppare, fare test e disporre in una qualsiasi posizione su cloud senza dover riscrivere le applicazioni, con una completa portabilità del carico di lavoro tra il proprio Cloud@Customer e il Cloud Oracle.

Per quanto riguarda i costi, sono gli stessi dell’offerta Oracle Cloud, con la medesima flessibilità e senza bisogno di acquistare servizi hardware, software o maintenance.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare i seguenti link:

https://www.oracle.com/partners/en/products/cloud-solutions/cloud-at-customer/overview/index.html

https://cloud.oracle.com/cloud-at-customer

Quali tipologie di Oracle Cloud@Customer esistono?

Oracle Cloud at Customer è una offerta di Oracle che consente all’end customer di fruire di servizi Cloud (includendo IaaS, PaaS, SaaS) sia in modalità Public sia sull’on-premise (behind your firewall).

Si tratta della soluzione ideale per le aziende che non hanno la possibilità di spostare i servizi in Cloud per motivi legati a governance, sovranità del dato, policies interne o di governo, latenza.

Le tipologie di servizio a disposizione sono:

  • Oracle Cloud@Customer: piattaforma multipurpose che può ospitare qualsiasi tipologia di workload (web, application, database)
  • Exadata Cloud@Customer: si tratta di una piattaforma interamente dedicata al database e che combina la tecnologia dell’Exadata con la semplicità ed elasticità del Cloud. Si tratta di un servizio simile all’Exadata Cloud Service ma con il vantaggio di avere i dati nel proprio datacenter.
  • Big Data Cloud@Customer: si tratta di un sistema ottimizzato che fornisce una piattaforma di produzione Hadoop e Spark insieme al potere di nodi dedicati e la flessibilità e semplicità dell’offerta Oracle Cloud. Questo servizio abbraccia l’innovazione per quanto riguarda il settore Big Data, mettendo a disposizione la gestione automatizzata e la sicurezza per le organizzazioni senza compromettere la stabilità a livello enterprise.: Big Data Cloud@Customer garantisce servizi efficaci di autenticazione, autorizzazione e monitoraggio dei dati in Hadoop in modo semplice e veloce.

Il servizio Oracle Cloud@Customer prevede

  • l’acquisizione di una sottoscrizione Cloud
  • la predisposizione di una infrastruttura all’interno del proprio datacenter. Tale infrastruttura è completamente gestita e monitorata da Oracle.

Per informazioni di dettaglio sui costi e sull’attivazione dei servizi è possibile contattare il nostro team attraverso l’indirizzo email oracle_cloud@computergross.it

Per maggiori informazioni sulle tipologie di Oracle Cloud@Customer far riferimento ai seguenti links:

https://cloud.oracle.com/cloud-at-customer

https://cloud.oracle.com/en_US/database/exadata-cloudatcustomer/features

https://cloud.oracle.com/opc/paas/datasheets/BDCC+X7+Datasheet+May+2018.pdf

Posso usare la modalità BYOL su Oracle Cloud @Customer?

Oracle dà la possibilità di portare le proprie licenze (BYOL) su Oracle Cloud@Customer, una soluzione per portare tutte le funzionalità della tecnologia del public cloud nel proprio data center e dietro il proprio firewall.

Per maggiori informazioni sulla gestione del BYOL da parte di Oracle è possibile consultare il seguente link:

http://www.oracle.com/us/cloud-essentials-byolauc-4419224.pdf

Quanto sono sicuri i miei servizi su Oracle Cloud?

La “fiducia” è il principio fondamentale su cui si basa la scelta di un Cloud Partner, sono solo per i propri dati ma anche per quelli dei propri clienti.

Gestire dati per conto dei propri clienti è una enorme responsabilità che può comportare, in caso di furto o di pubblicazione di dati sensibili, una perdita in termini di immagine o una enorme perdita economica.

La piattaforma Cloud di Oracle consente di scegliere i criteri di sicurezza che più si adattano alla necessità di protezione di dati e sistemi, iniziando dalla sicurezza applicativa attraverso i WAF (Web Application Firewall) e tramite l’utilizzo di servizi di protezione da DDOS. Tali servizi forniscono protezione a livello multicloud integrandosi anche con altri Cloud Providers.

Oracle fornisce inoltre criteri di protezione in termini di autenticazione ed accesso ai servizi ed ai sistemi tramite L’identity Cloud Service che si integra con i maggiori Identity providers.

L’offerta di Sicurezza è completata a livello di infrastruttura Cloud dai normali strumenti di protezione ed isolamento delle risorse attraverso:

  • Utilizzo di Compartments per l’isolamento dei servizi a livello di singolo tenant
  • Virtual Cloud Network che fornisce un livello di granularità di sicurezza degli accessi a livello di singola VM

A livello di dato l’offerta si integra con i prodotti di sicurezza per i quali Oracle è leader di mercato da anni quali ad esempio:

  • Transparent Data Encryoption
  • Data masking e Data Redaction
  • Database Vault

Non solo la protezione ma anche la prevenzione è fondamentale per scegliere il provider giusto. Oracle completa pertanto la sua offerta con i servizi di Auditing e Monitoraggio attraverso il Security Operation Center, una suite completa di prodotti orientati al monitoraggio ed alla prevenzione.

Per maggiori informazioni sulle features di sicurezza messe a disposizione dalla piattaforma Oracle Cloud far riferimento al seguente main link:

https://cloud.oracle.com/en_US/cloud-security-compliance

e alla seguente white paper:

www.oracle.com/us/media1/service-cloud-security-overview-2030360.pdf

Come gestisco gli account e gli accessi ai servizi su Oracle Cloud?

L’accesso ai servizi Oracle Cloud e l’utilizzo di tali servizi da parte degli utenti definiti è gestito attraverso il servizio di Identity.

Il servizio Oracle Identity Cloud Services gestisce utenti e gruppi per l’accesso alle risorse sia sul Cloud sia sull’on-premise. Si integra con i maggiori Identity Providers sul mercato e con tutte le applicazioni tramite supporto degli standard di mercato quali ad esempio OpenID Connect, SAML, OAuth and SCIM

Supporta inoltre il servizio di Single Sign on che può essere utilizzato per l’accesso degli utenti al mondo delle Oracle Applications.

La gestione degli account, degli accessi e delle policy avviene attraverso il servizio di Identity and Access Management ma è possibile altresì effettuare federation con altri providers (quali ad esempio Microsoft Active Directory)

https://docs.cloud.oracle.com/iaas/Content/Identity/Concepts/overview.htm

Come posso monitorare accessi e utilizzo delle risorse su Oracle Cloud?

Per monitoraggio, in ambito Cloud si intende tutto quanto relativo agli accessi ed alle azioni effettuate da utenti ed applicazioni.

Oracle mette a disposizione molteplici servizi per il controllo proattivo degli accessi al fine di identificare proattivamente eventuali azioni correttive. In particolare i servizi maggiormente consigliati sono:

  • Oracle Audit Cloud Service
  • Oracle Cloud Access Security Broker.

Il servizio di Audit supporta tutti i servizi Oracle Cloud Infrastructure inclusi Compute, Networking, Block Volumes, e Load Balancing.

Il servizio di Audit registra API calls effettuate da console o da SDK. Ogni evento può essere utilizzato per identificare azione, attore, target e risultato.

I dati vengono mantenuti di default per 365 giorni senza alcun costo aggiuntivo.

Il servizio CASB consente di raggiungere più obiettivi con un solo strumento:

  • Threat detection: identifica le probabili minacce ai vari servizi tramite l’utilizzo di tecniche di machine learning attraverso le quali consente di stabilire le security baseline e imparare i pattern di comportamento al fine di rilevare le anomalie.
  • Predictive Analytics: utilizza diversi modelli di comportamento al fine di fornire un summary delle minacce effettive o potenziali
  • Automated Incident Response: sistema completo di incident management e security remediation
  • Security Configuration Management: sistema di identificazione di configurazioni non idonee in termini di sicurezza. Consente di identificare eventuali anomalie fornendo al tempo stesso suggerimenti per le correzioni da apportare.

Per informazioni di dettaglio sui costi e sull’attivazione dei servizi è possibile contattare il nostro team attraverso l’indirizzo email oracle_cloud@computergross.it

Per maggiori informazioni tecniche sul servizio di Audit far riferimento al link ufficiale Oracle:

https://cloud.oracle.com/cloud-security/audit/features

Per maggiori informazioni tecniche sul servizio CASB far riferimento al link ufficiale Oracle:

https://cloud.oracle.com/en_US/cloud-security/documentation

Cosa sono i servizi chiamati Oracle Cloud Edge Services?

Oracle Cloud Edge services è una suite di prodotti che in integrazione in ambito multicloud consente di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Ridurre unplanned downtime
  • Migliorare il livello di security e di performance
  • Migliorare l’integrazione in ambito multi-cloud
  • Migliorare il livello di user experience
  • Proactive threats management

Tramite l’acquisizione di DYN e Zenedge la nuova Business Unit Oracle DYN fornisce una intera suite di prodotti (EDGE Services) che includono quanto segue:

In termini di Web Application Security:

In termini di riduzione dei tempi di latenza e raggiungibilità dei servizi

  • Oracle Cloud Infrastructure DNS: for network resiliency, optimizing global web application performance, and managing traffic across hybrid cloud environments

Oltre a quanto già indicato, Oracle Edge Service mette a disposizione un Email Service disegnato per supportare volumi importanti di email con un total cost of ownership minimale.

Per informazioni di dettaglio sui costi e sull’attivazione dei servizi è possibile contattare il nostro team attraverso l’indirizzo email oracle_cloud@computergross.it

Per maggiori informazioni tecniche sugli Edge Services far riferimento al link ufficiale Oracle:

https://cloud.oracle.com/en_US/edge

Loading...